ARRIVANO DAL MARE

Letture in Voce

Arrivano dal mare è un viaggio in tre tappe. Un viaggio oltre il Mediterraneo, nei paesi di lingua araba, dove la parola compone metafore cromatiche, tattili, olfattive, per nominare sentimenti e condizioni. È un viaggio nella letteratura e nei suoi autori, nella nostalgia, nei corpi, nelle identità.

Silvia Moresi, arabista e traduttrice, ne ha composto il percorso attraverso temi ricorrenti, parole guida, elementi comuni e peculiarità.

Un mondo letterario ancora poco tradotto in Italia che prenderà la voce di Andrea Cramarossa e Federico Gobbi, attori del Teatro Delle Bambole.

Prima tappa: YEMEN

Martedì 30 ottobre - ore 19.00

La prima tappa tocca lo Yemen e ci porta verso la città di Aden negli occhi e nell’esperienza di Sophia Alshadhly, unica donna yemenita a Bari.

Seconda tappa: LIBANO
Martedì 13 Novembre 2018 - ore 19.00

Terza tappa:
Martedì 4 Dicembre 2018 - ore 19.00

BARI, Libreria Prinz Zaum - ingresso libero

 

Direzione: Clarissa Veronico,

Cura del progetto Silvia Moresi

Per informazioni:
Cell.: 347 3003359

info@teatrodellebambole.it

Sabato 10 Novembre - ore 21.00

Domenica 11 Novembre - ore 18.30

FALSE HAMLET

Opera teatrale in Fa maggiore
Ispirata a “Amleto” (Atto III, Scena I) di William Shakespeare.

Progetto di ricerca: “La lingua degli insetti – Cofanetto 7: Lampyridae”.

BARI - Teatro Duse

Viale Domenico Cotugno, 21


Con: Isabella Careccia e Federico Gobbi

Costumi: Silvia Cramarossa - Foto di scena: Maria Panza

Plancia di ripresa: Zerottanta Produzioni

Drammaturgia e regia: Andrea Cramarossa
Con il sostegno di: CEA WWF Masseria Carrara

 

“False Hamlet”, come destreggiarsi nella finzione, come percepire la realtà. Forse. L’imperatore del dubbio vive la sua perenne incertezza dell’esistere, frastornato dalle richieste dell’essere. Amleto ed Ofelia si ritrovano faccia a faccia in una stanza, una zona franca, dove si dicono tutto quello che pensano l’uno dell’altra. Una sorta di “sfogo”, un continuo recriminare ma anche il monologo d’un fiume in piena dell’uno e dell’altra persona, cercando sotto i tappeti, la fine del loro amore. Amleto ed Ofelia, muovono in un terreno sirtico di difficile navigazione, passando attraverso le indicibili sofferenze della confessione.

 

Per informazioni:
TEATRO DUSE
Tel.: 080 5046979

info@duseteatrobari.it
Cell.: 347 3003359 - info@teatrodellebambole.it



PSICOSI DELLE 4 E 48

di Sarah Kane 

Venerdì 7 Dicembre – ore 21.00

Sabato 8 Dicembre – ore 21.00

Domenica 9 Dicembre – ore 19.00

NAPOLI - SALA ICHOS

Via Principe di Sannicandro 32/A

San Giovanni a Teduccio (NA)


In quella grande rappresentazione della sofferenza che per me è stata la lettura del testo poetico "Psicosi delle 4 e 48", non riuscivo a trovare la chiave per metterlo in scena teatralmente. Finché non mi sono venuti in aiuto i ricordi dell'Autrice, la sua biografia, il suo vivere e il suo sentire. La scelta è caduta nella "non messa in scena", nella voluta impossibilità dello spettatore di "vedere" ciò che accade ma piuttosto costringendolo a "sentire" ciò che accade, come a volerlo volutamente privare di un senso, quello della vista, il senso per eccellenza legato alla razionalità, al nostro mondo - modo occidentale, il senso che appartiene principalmente agli "altri" che vedono sempre tutto e che quindi sanno sempre tutto. Tranne ciò che riguarda loro stessi.

Nel buio, la protagonista, si muove, si contorce, crede di colloquiare con altre persone, crede di poter allontanare da sé quel morbo che nell'insoddisfazione dell'inadattabilità, la sta conducendo alla fine del suo cammino che si concluderà in una notte, alle 4 e 48 in una dolce oscurità.

Andrea Cramarossa    

 

Drammaturgia: Sarah Kane
Con: Andrea Cramarossa

Luci e fonica: Federico Gobbi

Costumi: Iole Verano

Foto di scena: Pierpaolo Vitale

 Produzione: Cooperativa Verderame (Bari) e Teatro delle Bambole (Bari).

Regia: Andrea Cramarossa

Con il sostegno di: Nessuno.

_______________________

SALA ICHOS è raggiungibile con la metro linea 2 (Fermata: San Giovanni a Teduccio – Barra).

Lo spazio è dotato di ampio e gratuito parcheggio. 

Info e prenotazioni:

Ichòs Zoe Teatro

Cell.: 3357652524 - Tel.: 081275945

promozione@ichoszoeteatro.it

IL FIORE DEL MIO GENET

Spettacolo itinerante

tra i bassifondi dell’anima.

 

Venerdì 14 Dicembre – ore 21.00

Sabato 15 Dicembre – ore 21.00

Domenica 16 Dicembre – ore 19.00

NAPOLI - SALA ICHOS

Via Principe di Sannicandro 32/A

San Giovanni a Teduccio (NA)

Sinossi. “Il fiore del mio Genet” è un ricordo, un omaggio, una riflessione sulla poetica estremamente poetica, un ingaggio delle anime perdute, del mondo melmoso e puro di Jean Genet. Due attori si muovono nelle dimensioni della sacralità e del ladrocinio, della mendicità e della santificazione. Due figure iconoclastiche, ora regali uccelli conquistatori, ora marinai che raccontano, ora feroci assassini, ora venditori di corpi. Stare con Genet, significa stare dalla parte di chi non è stato ascoltato, di chi ha avuto la maledizione di un destino duro fin dalla nascita, perduto da un “passaggio” ad un altro, da un genitore ad un altro… Perduto, sì, in una eco infinita di pensieri che nessuno vuole condividere.

 

Drammaturgia: Andrea Cramarossa

Con: Federico Gobbi e Domenico Piscopo

Costumi: Silvia Cramarossa

Scenotecnica: Fabrizio Collimanti

Maschere: Luigia Bressan

Produzione: Teatro delle Bambole col sostegno di CEA Masseria Carrara,

Collinarea Festival e LUCCICA – Festival delle Arti.

Progetto di ricerca: “LA LINGUA DEGLI INSETTI – Cofanetto 6: Farfalle”.

Regia: Andrea Cramarossa

_______________________

SALA ICHOS è raggiungibile con la metro linea 2 (Fermata: San Giovanni a Teduccio – Barra).

Lo spazio è dotato di ampio e gratuito parcheggio. 

Info e prenotazioni:

Ichòs Zoe Teatro

Cell.: 3357652524 - Tel.: 081275945

promozione@ichoszoeteatro.it



Per tutti coloro che vogliono accostarsi all’Arte Drammatica, il Teatro delle Bambole propone un percorso permanente base condotto da un team di professionisti. 

 

Si tratta di un approccio “semplice”, basato sui sensi e sul sentire, partendo dalle specificità di ognuno e, con rispetto, si tenterà di determinarle all’interno di un “fatto artistico”.

 

Seguendo il Nuovo Metodo di Approccio all’Arte Drammatica si giungerà alla costruzione del personaggio partendo, nei primi mesi, da:

- Coscienza del respiro

- Elementi di Storia del Teatro

- Dizione

- Movimento scenico

- Uso della voce

- Improvvisazione

Per poi continuare con (oltre alle precedenti materie):

- Analisi del testo

- Recitazione

- Gli oggetti e i sensi

- Il lavoro dell’attore sul proprio patrimonio sensoriale

- Spazio e tempo 

Laboratorio teatrale

DEL VENTO E DELLA CARNE

  

Il Laboratorio avrà cadenza settimanale con un intensificarsi degli incontri a ridosso della messa in scena dello Spettacolo di fine corso. Sono previsti seminari intensivi di approfondimento sulla recitazione da decidere di comune accordo fra tutti i partecipanti. 

Tutor del corso: Andrea Cramarossa

Approfondimenti a cura degli attori del Teatro delle Bambole e di altri artisti esterni al gruppo di ricerca. 

Frequenza: settimanale

 

Per i mesi di settembre e ottobre sarà possibile partecipare ad un incontro gratuito.

Il Laboratorio si terrà presso il CEA WWF Masseria Carrara - via delle Rose Z. I. - Bari-Modugno. Masseria Carrara si può raggiungere con i mezzi pubblici dalla Stazione Centrale di Bari con la Metropolitana FM1 (fermata Cecilia).

 

Se desideri contattare la bellezza che c’è in te attraverso l’Arte teatrale questa potrebbe essere la tua occasione!

 

Per informazioni organizzative:

Federico: 347 3003359

info@teatrodellebambole.it

Per informazioni sulla metodologia e sulla didattica:

Andrea: 339 1954491

teatrodellebamboleba@libero.it

 

www.teatrodellebambole.it



 

Il percorso è in collaborazione con il CIDI (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti): gli insegnanti possono 

utilizzare il buono della CARTA DEL DOCENTE.

 

Luogo: CEA Masseria Carrara - via delle Rose, Zona Industriale BARI-Modugno (BA).

IO: STUPORE HIT 2018
IL SUONO, LA VOCE E L’ESSERE
UMANO:
un percorso di
conoscenza nella relazione tra
vibrazione e fisiologia.
Per la prima volta nel Sud Italia un percorso strutturato in cinque incontri di approfondimento del Metodo del Lichtenberger® Institut für angewandte Stimmphysiologie condotto da PIERLUIGI MOLINARO e ANDREA CRAMAROSSA.

 

Calendario degli incontri:
24/25 Marzo,

26/27 Maggio,

28/29 Luglio,

29/30 Settembre,

24/25 Novembre.

 

 

Per informazioni:

Federico Gobbi: Cell.: 347 3003359

info@teatrodellebambole.it

Tita Tummillo: Cell.: 347 5071501

tita.tummillo@gmail.com

Maggiori informazioni: Io: Stupore.